NOI CI SIAMO

Nella Sanità pubblica e privata, 30 sono le professioni che con spirito di servizio e abnegazione sono coinvolte in questo momento nell’emergenza Covid_19.
Afferiscono al nostro Ordine 19 professioni e nel sistema che produce salute “noi ci siamo”.

Video

Comunicato

https://opi.torino.it/index.php/opportuno-eseguire-i-tamponi-su-tutto-il-personale-sanitario-ora-servono-criteri-precisi-e-trasparenza

__________________

Aggiornamenti relativi alle ultime circolari e indicazioni della Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute che potete trovare all’interno della Circolare 7undicies/2020 della Federazione Nazionale degli Ordini TSRM PSTRP.

clicca qui per la
Circolare 7undicies/2020 FNOTSRMPSTRP

Attenzione

Attenzione

Disposizioni per la protezione della diffusione del Coronavirus

sul sito della Federazione Nazionale degli Ordini potete trovare i documenti predisposti dalle Associazioni scientifiche di riferimento con le indicazioni ai professionisti.

L’elenco sarà tempestivamente aggiornati ogniqualvolta vi saranno aggiornamenti o contributi per le altre professioni sanitarie afferenti al nostro Ordine.

Clicca qui per indicazioni

in assenza di indicazioni governative su ogni caso di specie bisogna adottare e attenersi,​ ovunque, alle indicazioni generali, comprese quelle contenute nell’ultimo DPCM.

In ambito sanitario, stante l’attuale situazione, la suddivisione tra pubblico e privato è​ irrilevante: ciò che è previsto per la sanità pubblica vale anche per quella privata.

In quest’ultima, i diritti soggettivi,​ anche quelli economici, sono subordinati agli interessi di sanità​ pubblica.

Pertanto, prima che professionisti e/o datori di lavoro privati, i soggetti devono pensarsi per quel che sono in termini più generali: professionisti sanitari tout court e, prima ancora,​ cittadini e individui ai quali si riferiscono le disposizioni governative.

Un ulteriore metro di valutazione e decisione è​ l’improcrastinabilità​ degli interventi: se possono essere rimandati senza che la cosa determini un significativo detrimento per la salute, vanno rimandati.

​ Ciò premesso,​ si parte sempre dalla conoscenza e dall’adozione di quanto indicato dal MdS, a cui si aggiungono (a) le disposizioni prefettizie e (b) le deliberazioni regionali.

Inoltre, vanno conosciute e seguite le indicazioni ai professionisti.

Gli aggiornamenti relativi alle ultime circolari della Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute che potete trovare all’interno della Circolare della Federazione Nazionale degli Ordini TSRM PSTRP.

clicca qui per la
Circolare FNOTSRMPSTRP

Convegno

Convegno sulla Responsabilità professionale